8 settembre

IMG_8448-0.jpgA 37 anni, l’età che ho adesso io, mio nonno Oreste, detto Vico aveva già una moglie e due figli, e in questo siamo simili; per il resto…
A 37 anni Vico, tornato dal fronte occidentale di sera tardi, dopo aver perso l’ultima corriera per Langhirano, aveva già camminato una notte intera da Parma sotto la neve per potersi svegliare al mattino al suono delle voci dei propri bimbi e di sua moglie – mia nonna – che faceva da mangiare;
A 37 anni Vico, dopo aver ascoltato i propositi di un giovane coscritto che non aveva più voglia di andare a rastrellare padri di famiglia renitenti, aveva già mentito ai suoi superiori, compiuto abusi d’ufficio e omissioni, nonché disobbedito agli ordini della Repubblica di Salò, sotto cui faceva il carabiniere di leva, per coprire il giovane coscritto diventato disertore;
A 37 anni Vico aveva già disertato l’arma dei carabinieri e la Repubblica di Salò, dandosi alla macchia;
A 37 anni Vico aveva già passato una notte in una botte seppellita sotto terra per evitare i rastrellamenti;
A 37 anni Vico aveva già detto che preferiva esser catturato dai fascisti e dai nazisti piuttosto che dormire un’altra notte in una botte seppellita sotto terra;
A 37 anni Vico, visto che non dormiva più nella botte sottoterra, aveva già fatto esperienza dei rastrellamenti dei nazifascisti, era stato catturato e messo in galera come disertore, in attesa di esser spedito in un campo di concentramento;
A 37 anni Vico aveva già incrociato il passo con quello dei nazisti in quella terra di nessuno che è lo spazio al di fuori del tempo che separa partigiani e nazifascisti in uno scambio di prigionieri;
A 37 anni Vico aveva già ospitato un partigiano in casa sua, un mezzo-eroe-mezzo-matto di nome Amleto;
A 37 anni Vico aveva già rifiutato di unirsi ai partigiani perché si era già ribellato, a modo suo, aveva capito quale era il prezzo che aveva rischiato di pagare, aveva famiglia, non amava la violenza e ne aveva già vista fin troppa;
A 37 anni Vico aveva già subito ingiurie e minacce dal partigiano Amleto, che lo considerava un vigliacco, e che un paio di decenni dopo avrebbe insegnato francese a suo figlio – mio padre;
A 37 anni Vico aveva già visto due guerre mondiali, e ne era uscito tutto intero, con la sua proverbiale arguzia e voglia di scherzare.